A due anni dall’insediamento del nuovo Consiglio comunale, il Sindaco Antonio De Donno ha tenuto un incontro pubblico in una Sala del Trono piena, anche se non gremita: all’ordine del giorno, il resoconto dell’attività amministrativa e i progetti per il futuro.

Dopo una premessa sul metodo di lavoro e sulla formazione di un gruppo coeso anche se, ovviamente, con un confronto interno aperto e leale, il Sindaco ha sottolineato l’implementazione dell’organico comunale con l’assunzione di 37 nuovi dipendenti a fronte di tanti pensionamenti.

Quindi, una serie di opere pubbliche e di finanziamenti portati a casa per oltre 17 milioni di euro. Un bel risultato favorito anche dai fondi del PNRR che, in questo periodo, consentono di accedere a numerose risorse finanziarie.

Una linea che ha legato una serie di interventi è stata quella del recupero e della valorizzazione di beni comunali: dall’ex macello ai locali di Tricase Porto, dall’ex Acait al piano terra del Convento dei Domenicani; dalla scuola di Depressa all’ex Pretura da trasformare in un agriasilo nido.

Una seconda direttiva è la riqualificazione del centro storico con interventi sul basolato e di arredo urbano; rimarrà la parte centrale di Piazza Pisanelli con il dislivello rispetto alla sede viaria.

Per la mobilità interna, oltre alla formazione di un hub presso la Stazione ferroviaria, la creazione di parcheggi intorno al centro storico per giungere ad estendere la ZTL. Ed ancora progetti per Tricase Porto, il lungomare e poi fognatura di acqua bianca a Caprarica.

Un grosso intervento per l’ammodernamento e il potenziamento della illuminazione pubblica con un project presentato da Enel e che sarà oggetto di gara.

Palazzo Gallone –ha spiegato il Sindaco- verrà svuotato dagli Uffici per diventare la sede degli organi politici e dare spazio ad un progetto di Museo che potrebbe essere inaugurato per Natale. Ed un museo dello sport è nell’dea del Sindaco di intesa con altri Enti e da collocare in zona Palazzetto dello Sport.

Intanto e nei prossimi giorni l’Ufficio tecnico si trasferirà nel capannone già pronto presso l’ex Acait. Questo complesso è invece oggetto di un grande progetto che, se finanziato, potrà divenire un centro per la trasformazione di prodotti e per la promozione di interventi in agricoltura, in sinergia con il GAL e con altri organismi come il Chieam.

Interventi poi in Zona Draghi e infrastrutture nella Zona Industriale.

Fin qui le opere fatte e quelle a farsi.

Non sono mancate le critiche del Sindaco nei confronti di chi diffonde notizie false che non giovano alla Città.

Infine ha assicurato che darà continuità alla costituzione dei tavoli delle responsabilità e al processo di riordino degli Uffici con l’attribuzione di incarichi dirigenziali senza concentrare sulla stessa persona più uffici.

La presentazione di tutti gli interventi, anche con grafici e foto, ha impegnato l’intera serata senza che il Sindaco abbia potuto fare specifici approfondimenti su temi di fondo, quale il PUG, il Piano Coste e altri temi che hanno occupato l’Amministrazione ed interessato la Città: dai nuovi insediamenti commerciali, al campo sportivo di Depressa, dalla balneazione a Tricase Porto e Marina Serra, ai percorsi per la mobilità viaria e in primo luogo la questione della 275.

Il Sindaco ha promesso che ci saranno occasioni per questi approfondimenti e perciò … alla prossima.

A.D.