di Pino Greco  - Nuovo Quotidiano di Puglia

Tricase, 21 novembre 2022

Domani i funerali alle ore 15 nella Chiesa Madre di Tricase. La salma arriverà alle ore 13

Non ce l'ha fatta Corrado Minonne,il 54enne odontotecnico di Tutino di Tricase coinvolto con la sua moto in un incidente che è avvenuto lo scorso 28 ottobre lungo la Statale 275, all'altezza dell'incrocio Miggiano – Lucugnano.

L’uomo ha lottato per oltre tre settimane nel letto  dell’ospedale ma ieri mattina si è dovuto arrendere. E la sua vita spezzata si aggiunge al lungo evento dei morti su questa maledetta arteria che da quasi 30 anni aspetta di essere ammodernata.

Una disgrazia che ripropone ancora una volta , nel peggiore dei modi la pericolosità della 275.

Corrado Minonne è morto ieri all’ospedale di Tricase intorno alle ore 8 a causa delle troppe ferite riportate nell’impatto.L'incidente (sulla dinamica esatta di quello che è successo sono in corso le verifiche da parte delle forze dell'ordine), ha visto coinvolti una donna di 46 anni di Miggiano a bordo di una Citroen che, a quanto pare, si stava immettendo da una strada sulla statale.

L'impatto è stato molto violento tanto che il motociclista tricasino, una volta soccorso dagli uomini del 118, è stato trasportato in codice rosso all'ospedale Panico di Tricase. Si è capito subito la gravità della situazione, ne è prova il ricovero in Rianimazione. Purtroppo, ieri la brutta notizia: Corrado Minonne si è spento, ha perso la sua battaglia, lasciando nella disperazione la sua famiglia che fino all’ultimo aveva sperato in un miracolo.

L’odontotecnico lascia la moglie Angela e due figli adolescenti Davide e Samuele. Sgomento e incredulità per la scomparsa di Corrado nella “sua” Tutino, dove tutto lo conoscevano e da tutti era stimato. “Era  un ragazzo raccontano i vicini di casa– molto gentile ed educato con tutti- un tipo distinto e riservato, sempre impegnato con il suo lavoro, al mattino usciva presto e rincasava sempre in tarda serata - è sempre stato tutto casa e lavoro.”  “Ancora una volta la famigerata “ strada della morte”, la statale 275, ci consegna un padre di famiglia morto”- racconta Antonio Panico che lo conosceva bene e che ha avuto modo di toccare con mano la disponibilità di Corrado. La tragica notizia della morte del professionista tricasino si è diffusa velocemente nella cittadina, fra sgomento e il dispiacere di chi lo conosceva.

“ERA UN UOMO BUONO E GENEROSO “, TRICASE PIANGE PER L’ENNESIMO LUTTO

Dopo l’ultima vittima sulla 275, monta ancor di più la rabbia dei cittadini del Capo di Leuca ,soprattutto  Tricase,paese natio di Corrado Minonne. 

Fernando Turco, è il più arrabbiato: “ Basta davvero, non se ne può più, ecco un’altra giovane vittima. Questa è una strada abbandonata e trascurata, ci sentiamo esclusi da tutto. La tragedia del povero Corrado è sotto gli occhi di tutti. Questa è una parte di territorio del Sud Salento allo sbaraglio, in tutti i sensi. Sono più di trent’anni che personalmente ma insieme anche ad altri residenti della zona stiamo denunciando la pericolosità di questa strada dove auto, moto e camion sfrecciano a velocità impressionante. Nulla da fare, mai nessuno ci ha ascoltati, e i risultati sono questi, drammatici”. 

Questa è l’ennesima morte annunciata – racconta la signora Maria – che la strada 275 la percorre dal oltre 25 anni, tutti i giorni – qui la situazione di abbandono, di incuria è davvero tanta: strade senza linee stradali, scarsa illuminazione, è terrorizzante percorrerla la sera in pieno inverno con pioggia o cattivo tempo. Lo diciamo da sempre, ma tutti fanno finta di niente. E sulla 275 si continua a morire, purtroppo”.

Tutto questo mentre la scomparsa di Corrado Minonne ha sconvolto l’intera comunità tricasina e del Sud Salento.

Corrado era un professionista molto stimato e conosciuto a Tricase e in provincia di Lecce per la sua professione di odontotecnico che esercitava dagli anni 80 con l’amico fraterno Federico Confalonieri anche nel laboratorio di Lucugnano di Tricase. Tanti i messaggi di cordoglio alla famiglia che si rincorrono anche sui social ad un “ ragazzo” dai capelli ricci, buono e sincero.